Dicono di noi

           “Vassilissa”: spettacolo del Teatro Reginald-AUI; Nichelino 2007

15 giugno 2018

Consuelo Briceño Canelón: ¡Excelente labor de amplia base cultural y encomiable experiencia social! Felicitaciones por tan excelente trabajo con personas con necesidades especiales aplicando con tanto éxito las artes del teatro!

11 giugno 2018

Daniele Valle: “CON OCCHI DI DONNA”
Ieri sera sono stato, con Ludovica Cioria coordinatrice ai locali della Circ.3, allo spettacolo di fine anno di un’associazione che è una storica presenza nella nostra Circoscrizione: la
Scuola di teatro e dramaterapia del Teatro Reginald-AUI. Al centro della scena la vita di Mary Catherine Bateson, figlia di Margaret Mead e di Gregory Bateson, eccezionale antropologa e scrittrice americana. Hanno calcato il palco 18 attori dai 12 agli 83 anni, selezionati dai corsi della scuola rivolti ai disabili. Vi avrei fatto vedere quanto erano affiatati e talentuosi ed il merito è innanzitutto loro, ma anche del gruppo di tenaci professioniste che li segue sapientemente. Bravi tutti!

Tania Camon: È troppo breve un attimo. È tanto atteso, intenso, goduto, volato… Il professor Mongillo era così emozionato..ha detto “Non ho parole, sono ammirato!”.                                                                                          Antonella La Rocca: Grazie registe, grazie compagnia, e Tania che è stata la prima a credere in me! Sto ancora pensando a tutto quello che ho provato entrando in un mondo fantastico pieno di magia e di valori puri.                Caterina Laboragine: Di valori puri! Hai detto bene. Ringrazio Maria Grazia e Blanca per avermi fatto straripare il cuore dall’emozione! 

Brasilina Rosato : Grazie a Voi care Maestre non solo di Teatro … Onorata di far parte della Vostra compagnia teatrale … Vi voglio bene! Insieme siamo una forza esplosiva.

                                                                                                                                            

                                                                                                                                             

Roberta Muzzone: Grazie di tutto: per avermi invitata, per aver offerto uno spettacolo profondo nei contenuti ma al tempo stesso commovente e divertente ……..  Mi è spiaciuto che finisse, avrei voluto ancora ammirare altre scene, altre performances, per ore! Grazie per tutto quello che fate con professionalità, passione ed entusiasmo e lo sapevo, non avevo certo bisogno di appurarlo, credo che d’ora in poi mi organizzerò sempre per esserci! E chi vi perde più? Un abbraccio affettuoso.

Luciana Avanzo: Complimenti a tutti coloro che hanno recitato! E a coloro che con amore e dedizione hanno donato il loro tempo per far si che questi ragazzi potessero esprimere il meglio di sé.

8 maggio 2018

Consuelo Briceño Canelón: Merecido éxito por el conocimiento, constancia y continua preparación! Horizontalidad, verticalidad y profundizaciòn del nivel cualitativo de nuestra misiòn y de nuestro trabajo.

18 marzo 2018.

Consuelo Briceño Canelón: Excelente! Bendiciones para todos los integrantes de ese maravilloso grupo artístico terapéutico educativo que integra los más sensibles aspectos de la formación teatral! Un paso más en ese tan importante campo del crecimiento individual y grupal,
Bendiciones, saludos, recuerdos y mucho éxito!

24 novembre 2017

Maria Antonietta Pantillo: Carissime, ieri pomeriggio ho avuto il piacere di conoscere Voi e il Vostro lavoro. Sono rimasta piacevolmente stupita del lavoro che state svolgendo. Ho cercato di vedere “oltre” le cose che fate per capirne bene lo scopo molto più profondo rispetto ad una semplice “produzione” teatrale. L’importanza del lavoro che c’è dietro e soprattutto “dentro”. Vorrei veramente farVi i complimenti e comprendo quando questo “lavoro” sarebbe utile in tutto il territorio, in ogni quartiere per poter permettere a tutta la popolazione di usufruire di questi corsi così preziosi. Grazie ancora per tutto quello che fate.

8 febbraio 2017

Tania Camon: cosa abbiamo colto alla lezione di teatro di ieri sera? Io delle rose in un roseto. Ah anche dei fiori del deserto. Poi, ho sentito parlare una volpe! E mentre ascolto qualcosa in me guarisce … Capita solo a me amici del Teatro Reginald-AUI? 

Antonella La Rocca: io ho colto emozioni infinite. Ogni parte del mio corpo vibrava mentre provavo.

Tania Camon: sei vibrata fino qui!

Antonella La Rocca: una bella strada, una porta spalancata per noi. Un invito a crescere insieme.

Augusta Tartaglia: … affidarsi agli altri, abbandonarsi e scoprire il sollievo di non precipitare perché c’è sempre uno sguardo amico e una mano tesa che ti sostiene.

Maria Grazia Silvi Antonini: Benvenute nel cammino del “Metodo del Teatro del Profondo®!”