Metodo del Teatro del Profondo®

 

E’ in primo luogo una scuola di pensiero, proveniente in parte da quell’ ambito internazionale di ricerche interdisciplinari e transdisciplinari che sperimentano le possibilità dell’esperienza teatrale, opportunamente condotta, come fattore educativo, formativo e terapeutico, motore di riscatto personale e sociale, a favore di persone e comunità specifiche ( scuole, quartieri, persone a disagio personale o sociale, in condizione di marginalità oggettiva o soggettiva, ospedali, carceri).

Nasce a partire dagli anni ’60 dalle sperimentazioni di Consuelo Briceño Canelón e Blanca Briceno in Venezuela, in particolare per il teatro con le comunità di disabili, dall’esperienza di Fay Prendergast in Inghilterra con Peter Slade nelle comunità di adolescenti e giovani, e dall’esperienza di Maria Grazia Silvi Antonini in Italia con Giuliano Scabia ed Augusto Boal, e nelle scuole, nei centri diurni, all’interno di gruppi di donne alla ricerca di sé.

Si sostanzia durante la lunga esperienza del Teatro Reginald-Centro di dramaterapia, fondato a Torino nel 1989 da Maria Grazia Silvi Antonini e Fay Prendergast, e con il successivo incontro con Blanca Briceno e Consuelo Briceño Canelón, con la cui “ Asociación Universitaria Interamericana” (AUI) viene avviata nel 1997 una collaborazione tutt’ora attiva.

Il “Metodo del Teatro del Profondo®” fonda la sua peculiarità su un’etica, una poetica e un’estetica proprie.

Considera l’attore nella sua integralità di persona e di conseguenza pratica l’allenamento dell’attore a partire da una visione formativa/educativa/artistica della persona. Inserisce nell’esperienza teatrale l’approccio pedagogico/ andragogico, lungo tutto l’arco della vita.

Valorizza la persona nell’integralità delle sue potenzialità, facilitando l’emersione e il riconoscimento di capacità e talenti.

Contestualmente non rinuncia alla propria responsabilità culturale e artistica verso il pubblico, i giovani e la società. Realizza quindi spettacoli dove gli attori stessi sono chiamati a farsene carico, intraprendendo un percorso di ricerca delle verità attraverso i propri personaggi e la loro storia.